Dialogo avviato da Diego Moreno su:

Immagine principale dell’articolo Come riconoscere un oggetto di design?

Davide Andreis

Come riconoscere un oggetto di design?

Troppo spesso sentiamo usare il concetto “di design” a sproposito, quando è corretto usare questa espressione? Quali sono le differenze tra “di design” e “non di design”?

Vedi questo articolo

Ritratto di Diego Moreno
0
Diego Moreno
Fa 2 mesi

Interesante!!! Sono d'accordo con la definizione conclusiva "Un «oggetto di design» nasce da ricerche approfondite sui materiali, sui processi industriali....ecc" però a questo punto mi domando se esistono altre caracteristiche specifiche e univoche, che conferiscono a un "oggeto di design" quella iconicità che lo contradistinguino. 🧐

1
Ritratto di Davide Andreis
4
Davide Andreis
Fa 2 mesi

Ciao Diego, grazie per il commento! La tua osservazione è corretta. Quello che manca alla definizione di oggetto di design che leggi qui sopra è la definizione di "buon design", descritta sempre da Bruno Munari nel suo libro Good Design. Nel piccolo editoriale racconta che le differenze tra un oggetto progettato bene o meno sono paragonabili alle differenze rispettivamente tra un'arancia e una rosa. Se ti interessa di più posso scriverci un breve articolo, magari considerando anche altre voci oltre quella del designer italiano.

0
Rispondi

Questo video potrebbe interessarti👇👇👇

Potresti essere interessato

Ritratto di Joan Costa
Autore:
Joan Costa
Titolo:
L'eterna ed inutile discussione
Sinossi:
Perché il design non è arte? Per rispondere a questa domanda, niente di meglio che analizzare gli argomenti che vengono spesso utilizzati in senso contrario.
Traduzioni:
Condividi:
Interazioni:
Voti:
4
Followers:
2387